Entra nel vivo la stagione del basket femminile, con la disputa delle semifinali playoff, due serie che si preannunciano davvero interessanti. Andiamo a vedere cosa dobbiamo aspettarci, anche con le parole dei coach delle squadre coinvolte.

Jolly Acli Basket – Pallacanestro Firenze

La gran parte degli appassionati si aspettava, in semifinale, il grande derby labronico tra Jolly Acli Basket e Caffè Toscano Pielle Livorno ed invece la Pallacanestro Femminile Firenze ha eliminato, al termine di una partita caratterizzata da due supplementari, le ragazze di Castiglione, guadagnandosi la sfida con la squadra maggiormente accreditata del torneo. Il pronostico è tutto per la compagine di Stefano Corda, consegnatole anche dai due precedenti stagionali, entrambi portati a casa dalla capolista, oltretutto con margini cospicui: 17 punti nella gara di andata, a Livorno, addirittura 19 nel ritorno, alle quali bisogna aggiungere il successo Jolly nella semifinale di Coppa Toscana. Indizi chiari, se le due squadre giocano al loro top, la serie la vince il Jolly, altrimenti la Pallacanestro Firenze delle tante giovani può sperare quantomeno di allungarla. Ad aggiungere interesse alle sfide, il confronto tra la labronica Sassetti e le fiorentine Ceccanti e Filoni, tra le migliori realizzatrici del torneo.

Le parole di Stefano Corda, coach Jolly Acli Basket

Ci stiamo preparando per la semifinale contro Firenze; mi aspetto una serie dura e difficile, contro una squadra giovane ma ricca di talento e ben allenata dal mio amico Stefano Corsini, tra l’altro molto esperto della categoria. Sarà una serie aperta ed anche difficile, ma noi abbiamo il dovere di farci trovare pronte fin da gara 1, in programma sabato 6 aprile. Non devono trarre in inganno le nostre vittorie in campionato ed in Coppa Toscana, nelle quali entrambe le squadre si sono presentate non al completo. Noi comunque stiamo bene, abbiamo passato agevolmente il primo turno, ma dobbiamo tenere alta l’attenzione considerando che avremo di fronte una squadra che, dalla vittoria con la Pielle, ha ricevuto una grande iniezione di fiducia ed autostima. Noi, però, cercheremo di mettere sul parquet la nostra esperienza, facendo valere quelli che sono i nostri punti di forza”.

Le parole di Stefano Corsini, tecnico della Pallacanestro Femminile Firenze

I tre precedenti stagionali, le due sfide di campionato e la semifinale di Coppa Toscana, dicono che questa è una serie che dovrebbe finire in due partite, a favore del Jolly. Detto questo, la mia squadra sta crescendo e le ragazze sono uscite dalla serie con Pielle con grande autostima, aumentata anche dalla conquista dei tre titoli – Under 15, Under 17 ed Under 19 – regionali. Noi dovremo recuperare Ceccanti e Madeddu, che hanno giocato la serie con Pielle con evidenti problemi fisici; detto questo, il pronostico è tutto per il Jolly, non a caso prima al termine della stagione regolare. Noi cercheremo di proporre sempre qualcosa di nuovo in ogni partita, sia in difesa che in attacco, nella speranza di essere competitive in ogni episodio della serie, sempre con una grande serenità, considerando l’ottimo percorso fatto finora

Nico Basket Ponte Buggianese – Le Mura Spring Lucca

Sicuramente più equilibrio, rispetto alla serie tra Jolly e Firenze, è previsto nell’altra semifinale, quella che mette di fronte la Nico Basket Ponte Buggianese e Le Mura Spring Lucca, due compagini che hanno giocato una splendida regular season, confermandosi nel primo turno dei playoff, vinto da entrambe con un netto 2-0. La Nico arriva alla semifinale sull’onda lunga di quindici successi consecutivi, tra regular e playoff, che vuol allungare contro le ragazze lucchesi. Non sarà semplice, sulla carta sarà una serie caratterizzata da grande equilibrio, come fanno intuire i due precedenti stagionali, con una vittoria a testa, curiosamente della squadra che giocava in trasferta. Ad aggiungere pepe ad un menù già succulento, la presenza di tante ex non solo sul parquet ma anche in panchina, con i due coach, Luca Biagi e Leonardo Rastelli, in tempi passati alla guida delle loro attuali avversarie.

Le parole di Leonardo Rastelli, coach della Nico Ponte Buggianese

Ci apprestiamo a questa serie contro Lucca che mi aspetto molto equilibrata, tra due squadre che si conoscono alla perfezione. Prevedo, come detto, grande equilibrio, sulla falsariga di quanto accaduto nelle due sfide di campionato. Noi dovremo essere pronte, sia sul piano fisico che su quello tattico, e brave a difendere bene sulle loro principali bocche da fuoco, la Tessaro e le due ragazze ucraine, senza sottovalutare le altre che hanno la capacità di regalare energia e punti importanti. Sarà fondamentale la fase difensiva e l’essere bravi ad adattarci a tutte le situazioni che si verranno a creare, ben sapendo che non ci sarà niente di semplice o scontato. Comunque, per noi è molto bello essere arrivate fino a questo punto, ed adesso visto che siamo in ballo proveremo a ballare, contro un’altra squadra che sta giocando una stagione più che positiva”.

Le parole di Luca Biagi, coach de Le Mura Spring Lucca

Sarà una serie tra due squadre che si conoscono alla perfezione, considerando che ci sono tante ex in campo, da una parte e dall’altra. Avremo di fronte una squadra, la Nico, veramente forte che ha acquisito continuità nell’ultimo periodo, come dimostra la lunga striscia vincente. Contro di loro sono sempre state delle bellissime partite, caratterizzate da un grande equilibrio, lo stesso che si annuncia in questa serie. Prevedo una serie con partite divertenti, con Nico favorita, sia per la miglior posizione in classifica, sia perché nel roster ci sono elementi di categoria superiore, che ben conoscono il clima playoff. Detto questo, però, nei playoff conta parecchio la mentalità, penso che entrambe le squadre arriveranno pronte e daranno vita a una serie molto divertente”.

PLAYOUT
Oltre alle semifinali playoff, il calendario prevede anche la serie della finale playout, una sorta di “mors tua vita mea” nella corsa alla permanenza in categoria. Chi la vince infatti rimane in Serie B, la sconfitta viene retrocessa al piano inferiore.

Se la giocano Pontedera, che ha il vantaggio del fattore campo, e Baloncesto. Le due gare di campionato sono state entrambe vinte dalla compagine di Pandolfi, il che, unito al vantaggio del fattore campo, concede a Pontedera gli ovvi favori del pronostico.

Giuliano Piccini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here