La sorpresa più grande del campionato di Serie B femminile arriva sicuramente da Le Mura Spring Lucca, compagine arrampicatasi fino alle semifinali playoff. Del resto, basta confrontare il cammino percorso con i risultati della passata stagione per apprezzare l’enorme salto di rendimento della compagine del confermato Luca Biagi.

Nello scorso campionato, le biancorosse vinsero appena quattro partite, salvandosi ai playout, in questa stagione le vittorie sono state addirittura 16, valse il terzo posto al termine della stagione regolare, impensabile all’inizio della stagione. Vero che la società di Lucca aveva alzato l’asticella, ma un salto di rendimento del genere era difficile da pronosticare.

Merito dell’evidente miglioramento l’ottimo campionato delle due ragazze ucraine, arrivate in estate grazie all’intuizione della società; la Cherkaska e la Fedorenko in coppia hanno infilato 27 punti, rispettivamente 14,1 la Cherkaska e 13,1 la Fedorenko. Accanto a loro, da citare anche l’ottimo campionato dell’esperta Tessaro, pure lei in doppia cifra quanto a punti realizzati, e l’evidente processo di maturazione di alcune giovani, ormai pronte per queste ribalte. Adesso, l’obiettivo è quello, almeno, di ripetere questi risultati, per farlo è obbligatorio confermare le due ragazze ucraine per le quali, in estate, non mancheranno le offerte.

Le parole di Luca Biagi, coach Le Mura Spring Lucca

Dalle parole di coach Luca Biagi traspare tutta la soddisfazione per l’ottimo campionato giocato dalla compagine lucchese, sia pure con un briciolo di rammarico per il 2-0 patito in semifinale playoff contro la Nico.

La sua squadra ha giocato un’ottima stagione, si aspettava di arrivare fino alle semifinali?
Assolutamente non ci aspettavamo un campionato così positivo, soprattutto all’inizio, ma anche dopo la Coppa Toscana. Vero che avevamo fatto qualcosa per rinforzarci, ma assolutamente non pensavamo di arrivare fin dove siamo arrivati, alla semifinale playoff”.

Nella serie di semifinale contro Nico, caratterizzata dalle presenze di molte ex su entrambi e fronti ed anche in panchina, cosa è mancato per agganciare la finalissima?
Beh, inutile nascondere che c’è un po’ di rammarico per non essere riusciti a portare la serie a Gara-3; probabilmente a noi è mancata un po’ di esperienza ed abbiamo avuto qualche ragazza che, magari, ha sentito troppo l’importanza dei playoff. Bisogna però anche dire che avevamo di fronte una squadra al top del proprio rendimento”.

Nella vostra squadra hanno fatto benissimo le due ucraine, Cherkaska e Fedorenko. Come le avete trovate e rimarranno a Lucca?
In estate cercavamo prevalentemente un centro; trattandosi di un ruolo nel quale è difficile trovare la ragazza giusta, ci siamo rivolti a dei procuratori, in particolare a Florio, il procuratore delle due ragazze, che io conoscevo da quando ero in A2 proprio con la Nico, è stato lui a farci conoscere queste due ucraine, mandandoci dei video, guardando i quali abbiamo avuto un’ottima impressione ed abbiamo firmato le due ragazze. Con il senno di poi, una scelta azzeccata visto il loro ottimo campionato; loro si trovano molto bene a Lucca, l’obiettivo della società è quello di trattenerle, anche se sicuramente, vista la loro ottima stagione, non mancheranno le richieste, magari anche da categorie superiori”.

Lei rimarrà a Lucca e, si sì, quali sono i programmi della prossima stagione?
Per quanto riguarda il mio futuro, l’intenzione di entrambe le parti è quella di continuare assieme; a Lucca, dove alleno da due anni, mi trovo molto bene, con una squadra che sta crescendo molto. Riguardo alla prossima stagione, il nostro obiettivo è quello di confermarci, lanciando qualche ragazza interessante, sempre nell’obiettivo di cercare di crescere il più possibile”.

Photocredits: Green Lucca Le Mura Spring

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here